“Non ci resta che morire, ma con l’autocertificazione in tasca” di Andrea De Baggis

di Cloe
Non ci resta che morire, ma con l'autocertificazione in tasca

Un libro che si legge con facilità e trasporta in un viaggio interiore che farà riflettere molto

 

     – 106 pagine

  • Editore : Ali Ribelli Edizioni (26 maggio 2020)

 

DICONO DEL LIBRO

Un ottimo lavoro che ripercorre il lungo viaggio della storia delle epidemie e pandemie in maniera precisa ma non pesante. Lettura interessante e piacevole

Buona, anzi ottima la prima, per questo giovane neo scrittore. Un saggio scritto, con cognizione di causa e spunti storici ricollegati tra loro, inizialmente da una misteriosa voce narrante, che ci porta a riflettere sulle storiche epidemie (e non solo) che hanno decimato l’essere umano

Il rapporto fra autore e il narratore è piacevolissimo. Senza voler scomodare un paragone come quello di Dante e Virgilio, narratore e autore si scambiano di posto e portano a galla il punto di vista insieme ai fatti stessi, mettendo a confronto la percezione dell’epoca dei fatti con quella dei giorni nostri

TRAMA

“Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante, che paralizza ogni cosa al suo passaggio: si sente nell’aria, si avverte nei gesti, lo dicono gli sguardi” …… le tenebre della morte da sempre accompagnano l’uomo nel suo impervio percorso.

Egli a fatica si aggrappa alla vita cercando di fuggire non solo a guerre, carestie e violenza, ma si ritrova a fare i conti con catastrofiche epidemie e pandemie, ancor prima della nascita di Gesù Cristo. Un viaggio introspettivo lungo millenni narrato con abile puntualità.

LINK PER ACQUISTO DEL LIBRO

Non ci resta che morire, ma con l’autocertificazione in tasca  è stato selezionato e segnalato da Cloe Marcian
www.cloemarcian.com
segnalazioni – recensioni – articoli – interviste – editing – pubblicità libri – supporto autori – marketing

 

 

 

 

 

Ti Potrebbero Interessare anche:

Lascia un Commento