“AI PIEDI DELLA CROCE” di CASSANDRA

di Cloe

 

 

AI PIEDI DELLA CROCE

 

Ai piedi della Croce
T’amo,
riconoscendo i miei peccati
che lontano da Te
mi portano.
Siamo Padre e figlia
di due Regni diversi,
però appartengo a Te,
confesso.
Ma ribelle
son come figlia,
ingiusta nel mio perseverare
e Tu sempre giusto
nella Tua autorità.
Talune volte
austerità non Ti manca.
Il nostro è un conflitto
che dalla prenascita
e in questa Terra
si protrae,
poiché avrei voluto
sedere con Te
stando sulle Tue ginocchia,
avrei voluto il Tuo respiro
come dolce vento estivo,
avrei voluto i Tuoi baci
come terapia d’amore.
Avrei voluto bagnarmi
della Tua Luce
restando con Te,
solo con Te,
ove il silenzio
è armonia risonante
nella quiete della pace,
ove nessuna fatica
è necessaria,
ove il dolore
qui resta ignoto,
ma vivo e smarrito
nell’altro mondo.
Avrei danzato per Te
come Dama di Corte
e Tu il mio unico Cavaliere
che stretto avrei tenuto
con gelosia.
Ma son qui,
ai piedi della Tua Croce,
ad amarti ancora,
seppur lontana
e ad imparare a dire
“amen”
ad ogni Tuo insegnamento,
ad ogni Tua parola,
e a renderti grazie
per ogni dono.

CASSANDRA

 

 

 

www.cloemarcian.com

Cloe Marcian

Ti Potrebbero Interessare anche:

Lascia un Commento