La depilazione salverà il mondo

Depilatevi. Sempre. Prevedete, siate lungimiranti, a tempo perso, depilatevi. Dici i piatti li ho fatti, i panni li ho stesi, il bambino sul fuoco l’ho controllato, il ragù si è addormentato e mo? Depilati. Non aspettare che quegli esseri non identificati crescano perché ti hanno convinta che la ceretta prende meglio, sono tutte bugie, se vai di cattiveria prende pure dopo un millimetro. E se siete lisce ma già sono passati un giorno barra due dall’ultima opera di falciatura, abbiate cura di mettere terrore ai peli che vogliono venire alla luce, minacciateli. State pronte. Non ditevi che tanto è inverno e fate le furbe, l’inverno non esiste. Certe cose non hanno stagioni.

Non andate a Pilates a perdere tempo, avete già un hobby e non lo sapete: la depilazione preventiva. Non prendete quelle inutili pasticche per dimagrire, avete già la soluzione: la depilazione fa bene alla salute, snellisce e trattiene i liquidi nel cesso. Provate a pesarvi sulla bilancia dopo la ceretta, un’alice, una silouette. Dici ma sono io? Si, sei tu senza veli, em, senza peli. Pelò non deve passare come una forzatura questa, no, deve diventare proprio disegno di legge da presentare alla Camera dei depilati! Tanto per fare un esempio eh, ti capita che esci di casa la mattina e ti ritrovi a dover passare la notte all’improvviso, chessò, all’ospedale, per urgenze di salute.

Ti svegli e accanto a te il fisioterapista col camice bianco che è un incrocio tra Raoul Bova e Ceccherini (ma tu sei Zen, sei positiva, sei stordita dall’anestesia e vedi solo il bello). Ti sorride, ti trova attraente, vi parlate e ti sta lasciando il numero. Già immagini come sarà bello il futuro insieme una volta usciti da lì. Ti dà le prime tre cifre mentre ti guarda la bocca, le altre due mentre scende al décolleté, un’altra ancora mentre ti guarda il carattere e poi, quando ne manca solo mezza, abbassa gli occhi alle gambe e… oh? allora?
– ‘Scusa è che ho finito il turno, devo scappare’.

Qual è la morale?
Non importa che tu sia leone o gazzella, depilati. Caro Steve Jobs la tua frase memorabile mó te lo dico io come doveva essere:
“Siate affamati, siate folli, siate depilati”

Cloe Marcian

Leave A Reply

Your email address will not be published.